La luna e i falo'

Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra, c'è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti
Cesare Pavese 1949



domenica 30 marzo 2014

Fratelli


Candido andò in America
Morì, e solo la fotografia della sua tomba
Tornò ai suoi vecchi.
Chissà cosa aveva trovato
A New York prima di finire
Sotto quella lastra bianca, in quel prato
Che si immagina verde come un prato americano.

Gustavo era andato meno lontano,
Tornò un giorno,
Portava una valigia riempita di pasta.
Lo si incontrava a passeggio
Con il suo cappello elegante
E il suo bastone.
Parlava molto, diceva di sapere
E i rudi abitanti non lo capivano.

Ettore non era mai partito
Aveva venduto il mulo e comprato un trattore,
Continuava a togliere pietre
Per piantare patate.
Ma non era contento
E il figlio lo sapeva bene,
Ogni giorno lo riscopriva.

E Caterina che da anni non aveva
Lasciato la sua sedia di vimini
Con i piedi accanto al braciere
Guardando al di là della porta aperta
Sperava che qualcuno portasse notizie.

2 commenti:

  1. asciutta, forte e veritiera, come l'esistenza, ciao

    RispondiElimina
  2. Ciao Francesco,
    grazie per il commento.

    RispondiElimina